Fashion Web Magazine

Fashion, Women Fashion

Vivetta: c’era una volta… alla #mfw

Chiusa nella magia di un mondo fatto di fiabesche ispirazioni, Vivetta racconta la donna attraverso un incantesimo che la fa viaggiare tra continenti e paesi, culture e mode.

C’era una volta una fanciulla, una bimba diventata adulta ma che, grazie ad una strana magia, riusciva a mantener la sua piccola età, solo il suo cuore però, cresceva ed invecchiava; i secoli le avevano segnato solo la coppa dell’anima: scalfita, delusa ma ancora integra. Ogni anno, ad ogni solstizio, l’incantesimo poteva farle cambiare forma; donna, vecchia etc.
Ad ogni equinozio tornava ad esser la bambina che tanto amava.
 
unknown
 
Vestita di colore e sorrisi, un solstizio diventò donna e, presa da sete e delicati giochi di trasparenze, si avventuró oltre i confini della “Convenzione”, così si chiamava il monte ove lei viveva, andò lontano, lungo quei paesi che non aveva mai esplorato. Giunse “Aldilà “, l’esotica terra, li conobbe Pizzo, un giovine di bell’aspetto, delicato ma al contempo ricco di carattere. Tra i due nacque un amore candido, la passione travolse il colore e l’arcobaleno; verde, rosa, lilla e rosso, si legò a loro per celebrar l’amore.
 
unknown-1
 
Eppure il tempo scorre e l’ora per la bella di tornar sul monte arriva e tristemente gli amanti si incontrano per l’ultima volta; un secondo lungo una cucitura.
Giunge il tempo, finito l’equinozio porta la donna nel tornar bambina, felice della sua forma, il cuore sente una crepa ricucita, la crepa della felicità… allorquando un bimbo di nome Jacard bussa alla sua porta, lì sul monte. Gli occhi dei due si guardano indagatori.
Amor che si trova sopra la magia diventa esso stesso incantesimo; l’abbraccio degli amanti, risalga le coppe e il germe del loro amore si chiamò ViVetta.
 

Recommended

2 Comments

Leave a Comment